domenica 31 ottobre 2010

LETTERA APERTA A STRISCIA LA NOTIZIA

Somma Lombardo, 01 Novembre 2010

Spettabile Striscia la Notizia,
vi scrivo questa lettera in relazione ai servizi che sempre più spesso state mandando in onda per smascherare truffe di presunti medici o strambalati terapeuti.
Ho sempre stimato e tuttora stimo la vostra trasmissione e sono sempre più convinta che i vostri interventi riescano a portare risultati anche laddove le istituzioni non producono alcun esito positivo.
Nonostante questo, mi trovo in disaccordo sulle modalità con le quali vengono conclusi i servizi ai quali mi sono riferita poche righe fa. Molto spesso i vostri inviati concludono esortando il pubblico a fidarsi esclusivamente della medicina convenzionale, sottintendendo che la totalità delle terapie alternative sono praticate da truffatori non certificati. Cerchiamo di evitare le generalizzazioni, che appiattiscono le specificità individuali, nel bene e nel male.
Per prima cosa, molti approcci che in Italia, per forti pressioni di varia natura,  non sono considerati “ufficiali” (agopuntura, omeopatia, osteopatia..), lo sono invece giusto appena dopo aver varcato i nostri confini.
Secondariamente, esistono documenti internazionali che riportano centinaia di migliaia di errori medici causati da dottori istituzionali, tutt’altro che infallibili; d’altra parte esistono invece anche naturopati, agopuntori, omeopati e terapeuti di svariata estrazione con anni di studio alle spalle che svolgono il proprio lavoro professionalmente e con competenza, ottenendo strepitosi risultati.
Ciò che già tempo fa mi aveva invogliata a scrivervi questa email, è stato quel servizio che aveva smascherato un presunto medico che palpeggiava le pazienti definendo la sua terapia “lavaggio energetico”. Il lavaggio energetico è una tecnica messa appunto da un cardiologo israeliano di fama internazionale, laureato in medicina a Torino, autore di diversi libri: il Dottor Nader Butto. Per vostra informazione, nonostante siano tutt’altro che approcci convenzionali, i corsi del dottor Butto sono riconosciuti dal Ministero e conferiscono a medici e farmacisti i crediti ECM (Educazione Continua in Medicina). Di certo il trattamento non è quello che praticava il “terapeuta” che avete scovato, ma capite bene che citare il lavaggio energetico e suggerire alle persone di fidarsi solo ed esclusivamente della medicina convenzionale, taglia le gambe a terapeuti che svolgono il loro lavoro diligentemente  solo perché non ritenuti “ufficiali” dalla nostra legislazione.
Personalmente, pur svolgendo attualmente un altro lavoro, sono iscritta alla facoltà di Scienze e Tecnologie del Fitness e dei Prodotti della Salute (un’interfacoltà di Farmacia) e mi interesso  di medicine complementari e alternative da 12 anni. Ho conseguito lo Zone Consulent per la Dieta a Zona, l’attestato di Dieta GIFT, sono Personal Trainer ISSA ed Educatore Alimentare FIF, riconosciuto dal CONI. Ho seguito il Dottor Fabrizio Duranti, Barry Sears, Attilio & Luca Speciani, Charlie Fantechi, Nader Butto, Roy Martina e molti altri (potete verificare sul sito www.vivianapassarotti.com). Sono anni di formazione, convegni, libri, corsi di aggiornamento, studio.. conosco gli argomenti di cui sto parlando.
Le recenti scoperte nel campo della fisica quantistica stanno riportando gli studi più all’avanguardia nel campo della medicina verso il riavvicinamento alle antiche tradizioni. Bruce Lipton ha scritto il libro “La Biologia delle Credenze”, dimostrando l’influenza dell’energia del pensiero sul nostro DNA; all’ultimo congresso che ha tenuto recentemente in Italia, Gregg Braden ha mostrato rilevazioni in doppler di un trattamento antitumorale effettuato da un guaritore, ovviamente tacciato come “miracolo” (Richard Bartlett ha infatti scritto un testo a riguardo, “La Fisica dei Miracoli”). Max Gerson, un medico messicano, mise appunto una terapia antitumorale che ha dimostrato grande efficacia, ovviamente volutamente osteggiata: questa terapia ribalta i correnti dettami nutrizionali, dimostrando l’efficacia “nutraceutica” di certi alimenti nella cura e nella prevenzione delle patologie. Ma, come disse Richard Beliveau, chi potrebbe essere interessato a sostenere e finanziare determinate ricerche quando non esiste nessuna molecola da poter brevettare e vendere, ma solo broccoli e lamponi dalle grandi (e tenute ben nascoste!) proprietà?
Avete invitato voi chiunque volesse scrivervi a farlo.. spero siate equi e che questo messaggio possa arrivare nelle case degli italiani, per non fare di ogni erba un fascio, fare informazione in maniera più equa e dare alle persone la possibilità di decidere in maniera più consapevole.
Ringraziandovi per la vostra attenzione,
con stima,
PASSAROTTI VIVIANA.

Nessun commento:

Posta un commento